SERVIZI

IMPIANTI MONOFAMILIARI

impianti-monofamiliari-300x225

Una caldaia monofamiliare funziona in media 3600 ore all’anno e noi viviamo nello stesso suo ambiente. Inevitabile constatare quanto sia importante, per la salute e la sicurezza di tutti noi, il suo stato di manutenzione. La legge stabilisce gli obblighi e i termini entro i quali occorre eseguire la manutenzione ordinaria. Il responsabile dell’esercizio e della manutenzione si identifica nell’occupante, il quale delega ad un centro assistenza abilitato tutte le operazioni, le procedure e le formalità richieste dal legislatore.
ASSISTENZA TERMICA propone ai suoi clienti piani di manutenzione standard che variano in base all’età della caldaia

E’ il contratto che viene proposto al momento del collaudo della caldaia. Prevede l’estensione della garanzia a cinque anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ l’alternativa al contratto KASKO 5. Si stipula al collaudo della caldaia. Prevede l’estensione della garanzia a dieci anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il contratto che, a partire dal 01 novembre 2011, viene proposto a chi sta per scadere la garanzia convenzionale. Prevede l’estensione della garanzia a tre anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il contratto proposto al momento della prima accensione in presenza di un impianto sistemi. Prevede l’estensione della garanzia di cinque anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il tipo di contratto che l’utente può stipulare al termine dei cinque anni di garanzia. Prevede l’estensione della garanzia per ulteriori cinque anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il tipo di contratto che l’utente può stipulare al termine dei cinque anni di garanzia. Prevede l’estensione della garanzia per ulteriori tre anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il tipo di contratto che l’utente può stipulare al termine degli otto anni di garanzia. Prevede l’estensione della garanzia per ulteriori due anni, la manutenzione ordinaria periodica, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. Si attiva attraverso il versamento di un bollettino postale alla casa costruttrice e il versamento di quote annue al centro assistenza.

E’ il tipo di contratto più utilizzato, in quanto viene sottoscritto per tutte le caldaie già esistenti e non più soggette a garanzia. Prevede la manutenzione ordinaria periodica della caldaia, il diritto di chiamata e la manodopera in caso di guasti. L’ammontare del contratto è divisibile in quote annue da pagarsi all’atto della pulizia.